Descrizione Progetto

La Mastoplastica additiva è l’aumento del seno, che può essere effettuato o con l’impianto di grasso autologo (lipofilling), o con l’ausilio di protesi.

La Mastoplastica additiva è l’aumento del seno, che può essere effettuato o con l’impianto di grasso autologo (lipofilling), o con l’ausilio di protesi.

IL LIPOFILLING
Il Lipofilling presuppone un doppio intervento (area di prelievo del grasso e successivo impianto nella mammella), che generalmente deve essere ripetuto, almeno una volta, a distanza di 1 anno circa per parziale riassorbimento del grasso impiantato (peraltro il grasso generalmente si riassorbe in maniera irregolare).

LA MASTOPLASTICA ADDITTIVA CON PROTESI
La Mastoplastica Additiva con PROTESI dà un risultato più stabile nel tempo.

TIPOLOGIA DI PROTESI
Attualmente abbiamo in commercio 3 tipi di Protesi:

  • Protesi rivestite da una capsula di silicone e riempite di gel di silicone coesivo
  • Protesi rivestite da una capsula di silicone e riempite con soluzione fisiologica
  • Protesi rivestite di Poliuretano.
    Queste ultime, vengono per lo più utilizzate in II o III istanza nelle Pazienti che hanno una storia di importanti contratture capsulari, essendo un pò più rigide ed essendoci in letteratura studi non univoci su eventuali effetti negativi del poliuretano.

PROTESI CON GEL DI SILICONE COESIVO
Le Protesi più diffuse sono quelle con rivestimento in silicone contenenti GEL di SILICONE COESIVO. Di queste, alcune, sono garantite a vita, dalle ditte produttrici (Mentor ed Allergan in primis), il che significa che, potenzialmente, le Pazienti non dovranno mai sostituire gli impianti nel corso della vita. Le Protesi in GEL DI SILICONE COESIVO possono avere:

  • Forma ANATOMICA (a goccia): danno la possibilità di avere, generalmente, una mammella di forma estremamente naturale, avendo maggiore volume nella metà inferiore ed un aspetto “ovale” nella visione frontale, sebbene in alcuni casi possono ruotare sull’asse verticale, evidenziando una inestetica asimmetria.
  • Forma TONDA: consentono di avere volume anche della parte superiore della mammella ed essendo sferiche, in caso di rotazioni non creano problemi di asimmetria.

POSIZIONAMENTO DELLE PROTESI
Le protesi possono essere posizionate o su uno spazio più profondo sottomosculare, o su unpiano più superficiale sottoghiandolare o su un doppio piano, in genere con risultati più soddisfacenti, sottomuscolare superiormente e sottoghiandolare inferiormente: DOUBLE-PLANE. Indipendentemente dal posizionamento della protesi le Pazienti potranno allattare in caso di gravidanza ed effettuare tutti gli accertamenti per la ghiandola mammaria (ECT, Mammografia, RMN).

IN COSA CONSISTE L’INTERVENTO DI MASTOPLASTICA ADDITIVA
Le protesi possono essere inserite da piccole incisioni effettuate a livello del solco sottomammario, o dell’areola o del cavo ascellare. L’intervento può essere effettuato in Anestesia locale + sedazione (in day Hospital) o in Anestesia Generale (con ricovero di 1 giorno).

RECUPERO POST-OPERATORIO MASTOPLASTICA ADDITIVA
È vietata l’attività fisica con gli arti superiori (pesi, tennis, piscina) per i primi 2-3 mesi (a seconda del tipo di intervento). È bene precisare che la stabilità del risultato estetico nel tempo è condizionato da una stabilità del peso ponderale della Paziente, in quanto sbalzi significativi del peso si ripercuotono negativamente sulla mammella.

Durata intervento: 45 min circa
Recupero Post-Operatorio

Le prime 48-72 ore dopo l’intervento sono le più condizionanti ed invalidanti (comunque gestibili con analgesici), ma, generalmente, nell’arco di 1 settimana la Pz recupera 80-90% della propria indipedenza.

Permanenza in clinica

Day –surgery (ricovero diurno senza pernottamento in clinica) o Ricovero 1 giorno (1 notte di pernottamento in clinica)

Richiesta informazioni